Home | Chi siamo | Usare i doni | Potenza dello Spirito Santo | Vincere il demonio | Preziosissimo Sangue | Genuflessioni

I FIGLI DELLA LUCE

mezzi fondamentali che utilizziamo per raggiungere il nostro fine sono:

  1. Adorazione: trascorrere più tempo possibile alla presenza di Gesù Eucarestia e metterlo al primo posto in ogni attività da svolgere; cenacoli presso le famiglie, affinché siano rinnovate in ogni casa la comunione di amore e di pace che si denota quando Gesù è presente in esse.
  2. Pregare per una nuova effusione di Spirito Santo: ogni giorno chiedere una nuova effusione del Suo Santo Spirito;
  3. Intercessione: dinanzi a Gesù Sacramentato depositare tutte le persone che per necessità fisiche, materiali e spirituali si sono raccomandate alle nostre preghiere. E intercedere molto chiedendo con la novena del Preziosissimo Sangue di Gesù la Grazia della salvezza delle anime;
  4. Trasformazione in Cristo: con l'aiuto e la forza dello Spirito Santo tendere a imitare il più possibile la Santa Persona di Gesù e a lasciarlo vivere e agire tramite noi;
  5. Manifestazione della potenza della Resurrezione di Gesù: senza preconcetti mentali, ci ricordiamo che “i Santi sono coloro che nella loro vita non hanno posto condizioni a Dio” e che hanno manifestato in ogni occasione la Sua generosità.

Voi non avete ricevuto uno Spirito per ricadere nella paura, siete infatti coeredi di Cristo (Lettera ai Romani 8,16)

«Siamo cioè chiamati ad incontrare la potenza, la libertà e il dinamismo dello spirito, che in ognuno di noi si estrinseca nel suo carisma, nella sua specificità. Non possiamo scegliere la libertà e proteggerci dalla liberta' stessa, non possiamo volere di essere liberi ma avere paura di esserlo. Fratelli e sorelle: siamo chiamati a scegliere la libertà» (p. Matteo La Grua, da Insegnamenti di Padre La Grua, editore Gribaudi)



Perciò nell’adempiere ai precetti del Signore e nel metterli in pratica secondo quanto prefisso, elenchiamo alcune indicazioni su come mettere in atto le preghiere, lasciando poi ai singoli gruppi e Comunità, nella libertà dello spirito, l’applicazione concreta. Per le preghiere di liberazione valgono gli insegnamenti di Don Amorth, riportati nei suoi libri e nei libri che Sorella Angela Musolesi ha scritto con Amorth, per i cenacoli presso le famiglie riportiamo come effettuare le riunioni, fermo restando che ogni gruppo e comunità decide secondo le proprie forze quali cambiamenti apportarvi, coinvolgendo quanti più fratelli possibili nell’incontro.

CENACOLI

«Dopo il segno della Croce si recita l’atto di dolore e si inizia la preghiera affermando che si chiede la comunione spirituale di tutto il corpo mistico della Chiesa, invocando l’intercessione degli Angeli e Arcangeli, delle anime sante del purgatorio e ponendo le nostre preghiere dinanzi a tutti i tabernacoli del mondo, dove Gesù è presente (indicazione dell’Angelo della pace a Fatima). Segue sempre l’invocazione allo Spirito Santo cantata, iniziamo il Santo Rosario del giorno. Alla fine, dopo le litanie, offriamo il Santo Rosario secondo una intenzione particolare o più intenzioni, recitiamo la Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria e la preghiera a San Giuseppe per i bisogni delle famiglie (a te o beato stretti dall tribulazione…). Finiamo con una preghiera di guarigione e canti di gioia. Chi vuole può stringere "società con Gesù" di tutti i membri della famiglia.»

 

In quel giorno, il Signore degli eserciti preparerA' per tutti i popoli, su un alto monte, un banchetto di grasse vivande (Is. 25, 6ss 7-9)

<-- Pagina 3 Pagina 5 -->